A quanto pare qualcosa sta cambiando!

Si, è davvero così, anche nel nostro bel Paese ci stiamo evolvendo

Sappiamo che Apple Wallet (il portafoglio digitale della mela) ha fatto il suo debutto nel 2012 con il nome di Passbook®. Da allora le cose si sono evolute e a guidare questa evoluzione è stato Apple Pay®, arrivato nel 2017, che ha dato una notevole spinta al portafoglio digitale Apple in quanto, con pochi e semplici passaggi, si è in grado di caricare la propria carta di credito (anche prepagata) ed iniziare subito a pagare quasi ovunque.

Uno dei tanti punti di forza è stato il fatto di aver già “pronti per l’uso” quasi tutti gli esercenti che comunque utilizzavano già un sistema POS. Basta infatti disporre di un POS con tecnologia NFC per essere subito in grado di accettare le carte di credito digitali salvate in Apple Wallet e il tutto può avvenire anche senza internet al momento del pagamento!

Grazie poi a dispositivi portatili con Sumup® anche piccoli esercenti o professionisti potranno subito mettersi nelle condizioni di ricevere questo tipo di pagamento.

Dati alla mano i pagamenti effettuati con Apple Pay crescono, e di molto, anche nel nostro Paese e con loro anche la conoscenza del portafoglio digitale Apple Wallet!

Tra il 2017 e il 2018 (dati dell’osservatorio del Politecnico di Milano) i pagamenti con carta di credito e wallet sono aumentati del 56% e si prevede un sorpasso rispetto al tradizionale pagamento già nel 2022!

Infatti molte aziende, come Trenitalia ed Italo, stanno “convertendo” le loro tradizionali tessere fedeltà in tessere digitali compatibili con il Wallet.
Questo perché si stanno via via creando i presupposti affinché tutti i vantaggi diventino sempre più evidenti:

  • Gli utenti stanno conoscendo sempre di più Apple Wallet (anche grazie ad Apple Pay)
  • Le aziende possono creare un nuovo modo di comunicazione con i loro clienti grazie al supporto delle notifiche push che ha ogni tessera
  • Il risparmio in termini pratici di creazione e stampa delle tessere è notevole
  • Il nostro pianeta dice grazie perchè questa è anche una scelta ecologica risparmiando sprechi di carta e plastica, riducendo a zero i rifiuti e le emissioni

Grazie a strumenti come PassFacile (per esercenti) ed Wallyfor (per le associazioni) la creazione di tessere digitali e dinamiche per la propria attività è diventata alla portata di tutti. Costi bassi di gestione e si possono utilizzare i propri dispositivi senza l’acquisto di hardware e software specifici. Puoi iniziare subito a provare i servizi gratuitamente.

Ricordiamo infine che queste particolari tessere sono compatibili anche con dispositivi Android grazie ad app di terze parti presenti su Google Play come Pass2U, WalletPasses o PassWallet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.